Passa ai contenuti principali

Pittura verticale

Pittura verticale è importante per i pittori perché lascia muovere il braccio che dipinge in libertà e questo influisce sulla qualità del disegno o pittura. Per questo in tempi lontani è stato inventato il cavalletto. Qua ho parlato del disegno in piedi per bambini  di età scolare invece oggi vorrei parlare dei più piccoli. I loro obiettivi sono molto diversi, ovvero lo sviluppo motorio generale. Per questo motivo sarebbe importante anche per i più piccoli ogni tanto organizzare il posto “di lavoro” come fosse sul cavalletto.
“I due modi di dipingere sono a loro volta suddivisi in attività di piccolo movimento e di grande movimento… ciascuna di queste tecniche ha una sua precisa funzione: il micro movimento per ciò che concerne la necessità di conseguire una buona competenza psicomotoria degli arti superiori e delle mani, gli altri tipi di attività per una coscienza corporea più generale e per una acquisizione della interezza del corpo come protagonista di ciò che si sta eseguendo”1.
2
Mia figlia di 34 mesi ama dipingere seduta per terra. Per far cambiare questa posizione ho appeso dei fogli su un asso di legno. Ho richiamato la sua attenzione verso quei fogli.

3
Prima cerca per un può di dipingere stando in ginocchia, però si sente scomoda e si alza in piedi.

1
4 pittura verticale
Tante gocce corrono sul foglio e cadano giù.

11
Questo può essere il risultato della pittura verticale fatto con un pennello grosso e rotondo. Sembrano i tulipani, no?

che paetello 15
Nastassja 38 mesi. Acquerello.
1.Pastrocchi, macchie, scarabocchi Marco Dallari, La Nuova Italia 1988 - il linguaggio grafico-pittorico da 0 a 3 anni.

Commenti

  1. MadreCreativa30.3.12

    Che bello il risultato! Un'esperienza molto interessante!

    RispondiElimina
  2.  Grazie! Pensa, la più grande ne ha fatti tanti di disegni di questo genere a quell'età invece con la più piccola non riusciamo ad ottenere lo stesso risultato.

    RispondiElimina
  3. Kemate30.3.12

    Ho allestito in balcone un set da disegno verticale, ho usato del cartone, ma nessuno si è ancora cimentato, vedremo che succederà.

    RispondiElimina
  4.  speriamo in sviluppo positivo:)

    RispondiElimina
  5. Cioccomamma1.4.12

    che bello, in effetti non ho mai pensato di far dipingere in verticale, si creano effetti diversi

    RispondiElimina
  6. mammachegiochi1.4.12

    Quando posso ( girando nelle varie scuole) propongo sempre la pittura in verticale, generalmente prendo un grande pannello di compensato e lo fisso al muro, se riesco lo inclino un pò. Io utilizzo anche la musica ed è bellissimo vedere i bambini che si muovano liberamente lasciando la loro traccia. Questo lavoro di pittura mi è stato consigliato ad un corso di psicomotricità ... importantissimo per i bambini molto vivaci, la pittura libera dalle tensioni.

    RispondiElimina
  7. hai mai letto "Felice come un bambino che dipinge" di Stern? a me è piaciuto tanto tanto...
    belli i tulipani... o dei palloncini o ....

    RispondiElimina
  8.  Come mi fanno piacere le tue parole! Vuol dire che anche nelle scuole è possibile organizzare questà attività. Com la musica è bellissimo!

    RispondiElimina
  9.  Sinceramento no, non ho letto... Praticamente ho saputo del esistenza di antroposofia e pedagogia di Stern quando sono arrivata in Italia (in Russia non è così conosciuta come quà in Europa).

    Si, forse sono dei palloncini che volano via...

    RispondiElimina
  10. Mammabook2.4.12

    Molto interessante! Come vedi sono sopravvissuta ai banner e sono perfino tornata a commentare^^

    RispondiElimina
  11.  Sei bravissima! Dovrei imparare da te tante cose, anche come si fa a fare i
    banner:)

    RispondiElimina
  12. pinnatty4.4.12

    Ciao Tatiano! Questo post è molto interessante. Ci fa fare una riflessione importante...che di solito facciamo fare le esperienze ai bambini per terra o sui tavoli. E' vero che il colorare in piedi sul muro ci potrebbe aiutare ad sviluppare nei bambini tante abilità diverse e sicuramente risultati nuovi e sorprendenti.
    Grazie!

    RispondiElimina
  13.  grazie mille per questa riflessione,
    vi seguo, anche se ultimamente ho meno tempo per commentare.

    RispondiElimina

Posta un commento