14 ott 2011

La bambola di pezza


Questa bambola mi ha colpito nel cuore. L’ho vista stamattina nel blog le bianche margherite. È diversa da tutte quelle che ho visto finora. Ed è quella che si avvicina a quell'immagine di bambola che avevo in mente quando pensavo all'infanzia delle mie nonne, alle loro bambole di stracci.

Ho immaginato mia bisnonna dare in mano a sua figlia una bambola di pezza. Una visione che porterò dentro di me…
Poi si è svegliata mia figlia. Le ho raccontato della bambola, volevo sapere se piacesse anche a lei. Così avendo dieci minuti prima di andare a scuola ha potuto vederla e di fare anche questo disegnino.

“Quando tornerò dalla scuola la facciamo anche noi?”
(Non sa ancora che la mamma non è capace di cucire. Magari per bambini le mamme sono quelle che sanno fare tutto.)
“Si, la facciamo”. Come posso dire di no?

12 commenti:

  1. Gliela devi fare assolutamente e sarai bravissima!
    Un abbraccio!
    Monica

    RispondiElimina
  2. grazie Monica, ci proverò

    RispondiElimina
  3. Cara Tatiana sono immensamente felice per questo tuo post...la storia che racconti sembra la mia...
    quando Nadia l'ha creata non ho potuto fare a meno di farla vedere alle mie figlie... di leggere loro la storia che Nadia ha inventato...
    anche loro hanno voluto assolutamente che la cucissi... e neppure io sono brava nel cucito! ma il tutorial di Nadia è fatto davvero bene... ora, non vedo l'ora di vedere la vostra!!!
    l'acquerello di tua figlia è pura poesia.
    ti abbraccio!
    donata

    RispondiElimina
  4. Ciao Tatiana, sono Nadia,
    vedere questo post mi fà bene al cuore.
    Significa che in questo mondo tecnologico c'è ancora tempo per le cose semplici da vedere con occhi e cuore.
    C'è ancora posto per la fantasia e l'immaginazione, per il gioco e per il sorriso...e come non può essere meraviglioso il sorriso di un bambino?
    sarà facilissimo farla sorridere, vedrai!
    Grazie ti abbraccio
    Nadia

    RispondiElimina
  5. @le bianche margherite: grazie Donata delle tue parole, adesso mi sento più sicura di sperementare qualcosa di nuovo.
    @Nadia: grazie di questo grande lavoro che hai fatto è che hai condiviso con tutti. Un dono prezioso.

    RispondiElimina
  6. Alla tua bimba farai sicuramente una bella bambola.
    L'acquerello è molto bello.
    Tua figlia ha una carica espressiva immensa!
    nunzia

    RispondiElimina
  7. grazie di cuore Nunzia

    RispondiElimina
  8. le bambole che facciamo con le nostre mani hanno dentro un pò di chi le fa.... per questo sono preziose...

    RispondiElimina
  9. @zzoe: ...hai detto tutto, niente da aggiungere.

    RispondiElimina
  10. A distanza di giorni, come è andata? Sensazioni, emozioni,...

    Il disegno è così intenso e profondo, sembra che le tue bambine parlino con la loro profonda essenza quando disegnano

    RispondiElimina
  11. grazie Marika delle tue parole. è difficile avere un giudiio obiettivo riguuardo i proprii figli. Quello che posso dire, Nastassja di qui il disegno ho pubblicato disegna tanto, ogni giorno. è abituata ad esprimersi anche con i disegni non solo con le parole.

    Riguardo la bambola di pezza: siamo ancora entusiaste, nei giorni passati ci siamo occupate a cercare i pezzi di tessuto adatto e a preparali (ritagliando, lavando e cet.) Così abbiamo "mantenuto il foco"... speriamo che non si spegne prima di finire questo proggetto.
    A distanza di giorni sono ancora emozionata a vedere quella bambola. La vedo perfetta e più bella.

    RispondiElimina
  12. Una mamma in gamba come te riuscirà sicuramente a cucire quella bambola.
    Complimenti per il blog e per le bellissime idee!
    Francesca

    RispondiElimina