20 lug 2011

La gouache

Nel XIV secolo, “un monaco scoprì che aggiungendo ai colori del bianco di zinco o di china, le tinte delle miniature assumevano una opacità che faceva risaltare la brillantezza delle decorazioni dorate”.1 Fu così scoperta la pittura a gouache (francese) o guazzo (italiano).
Sotto: la gouache fresca non asciutta.

Aspetto delle opere gouache è caratterizzato dal colore perlaceo – biancastro che deriva dall’aggiunta del pigmento bianco gessoso.
La mia esperienza personale: da asciutto il lavoro diventa tre volte più chiaro e questo rende molto difficile trovare la giusta tonalità. Un altro inconveniente: se lo strato del colore è troppo spesso si formano micro fessure.

Per i bambini usare la gouache è facile, perché non hanno ancora il problema delle tonalità giuste, la usano prendendo il colore in modo molto pastoso e coprente a differenza con acquerello.

La gouache asciutta.
gouache 012
Il compleanno del orsetto, Nastassia, 6 anni, gouache

In Russia per  tradizione la gouache si usa tantissimo nelle scuole e asili, scuole artistiche e accademie.  In questo post presento una raccolta di lavori provenienti dal mio paese di origine.

025
Cauboi di Dascia,  6 anni, gouache


castello sotto aqua
Sott'acqua, Vitalij, 12 anni, gouache

naturamorta
Natura morta di Ilina 6 anni, gouache

vasofiori
I fiori di Olga 6 anni, gouache

026
"Il tè per l'imperatore" di Daria, 13 anni, gouache
……………………………………………………
Qualche giorno fa al negozio di Belle Arti vedo che su tutti tubetti di tempera scritto tempera gouache. Guardo con stupore la signora del negozio: ma è tempera o è la gouache?

Lei: ai giorni d’oggi tutte le ditte produttrici scrivono così, ormai non c’è differenza tra tempera e gouache.

Rimango con la bocca aperta.

Maestri dei tempi passati preparavano i colori con le mani proprie nelle loro botteghe, controllavano tutto il processo di preparazione del colore dal inizio alla fine. E noi, pittori di oggi non sappiamo neanche i componenti dei colori che usiamo?

Sui dépliant che presentano i colori a tempera non ho trovato informazioni precise sui componenti. Sempre descrizioni molto generali, che non mi aiutano a capire che colori sto usando.
Soltanto in uno ho letto: “il legante è a base di gomme e destrine purissime, di origine vegetale, con aggiunta di un agente conservante e di un plastificante per garantire la stabilità dei colori anche nel tubo”.  Non è segnata l’aggiunta del pigmento bianco gessoso, che caratterizza la gouache. Oppure c’è ma non è scritto? Dobbiamo informarci meglio noi pittori.

Ieri ho scoperto un sito molto interessante che consiglio ai pittori e restauratori, che parla anche di questo argomento.

turner
William Turner, Dover, aquerello, gouache
………………..
1citazione - Manuale dell’artista. Stan Smith e Ten Holt, zanichelli editore, 1980

18 commenti:

  1. Passando da te si impara sempre qualcosa.
    La bambina di 13 anni è bravissima!

    RispondiElimina
  2. i disegni che presenti sono tutti strepitosi. Fai tanti complimenti agli autori!!!
    In effetti non avevo mai capito cosa fosse sto guache perché è sempre associato a tempera. Ora la stessa cosa sta succedendo con gli acrilici, ti sei accorta? Eppure la resa è diversissima!!!! Grazie per le tue spiegazioni, molto preziose!

    RispondiElimina
  3. Sono bellissime tutte le gouache dei bimbi, ma quella di Daria è fenomenale!!!! Sono senza parole!

    RispondiElimina
  4. Stupendi gli esempi dei bambini che ci hai mostrato qui! Soprattutto il primo, il cowboy, mi piace tantissimo! :)

    RispondiElimina
  5. Beautiful artwork.
    The drawing element is fantastic.

    RispondiElimina
  6. grazie a tutte, cercherò di riferire i complimenti. Autori frequentano una scuola artistica nel mio paesino

    @vogliounamelablu: non mi sono accorta perchè non ho mai usato acrilici, ma credo alla tua parola

    @Art at Chesterbrook Academy Elementary School: thank you very much

    RispondiElimina
  7. Ciao,
    il tuo post mi ha suscitato subito due riflessioni; la prima riguarda la differenza che c'è tra il lavoro creativo che fate nel vostro paese già alla scuola elementare e quello che viene fatto qui in italia. I lavori dei bimbi di sei anni dimostrano una buona manualità con colori e pennelli che da noi a quell'età i bimbi non hanno, forse a causa del sistema scolastico che dedica poco spazio alle attività artistico - manuali e forse anche perché spesso le maestre di scuola elementare per svariati motivi si limitano a proporre solo alcuni materiali quali matite colorate e pennarelli. Il risultato è che i bambini arrivano alla scuola media sconoscendo quasi del tutto i diversi linguaggi artistici.
    La seconda riflessione riguarda il guazzo, bene io non sono mai riuscita a trovarlo, almeno qui in Sicilia. Credo che per molti sia diventato un sinonimo della tempera.
    Un abbraccio
    Nunzia

    RispondiElimina
  8. ciao Nunzia, hai raggione che ci sono differenze nel sistema istruzionale tra i paesi e questo è normale penso, dipende da tante cose: dalla storia, tradizioni e cet. Questi bambini frequentano una scuola d'arte percio dipindono tanto. Magari preparo un post sul tema, così spiego tutto bene.
    Ti ringrazio, le tue riflessioni sono molto interessanti e preziose per me

    RispondiElimina
  9. Tati interessante post interessante... com esempre :-) come procede la nuova dieta? :-)

    RispondiElimina
  10. grazie Stella, è un percorso ad ostacoli, un giorno sto bene solo con angura e insalata un altro giorno mi sento affamata e poi odori del cibo che mangia il resto della famiglia non mi aiuta. Pero cerco di pensare in modo positivo: magari con paassare degli anni... é la tua dieta come va?

    RispondiElimina
  11. sono passata per la prima volta e mi sono entusiasmata nel leggere il tuo blog ...
    Oggi, Ho iniziato benissimo la giornata: non sapevo proprio che fosse la gouache ... e ora potrei introdurlo a casa mìa.

    ps: Io rimango sott'acqua con Vitalij! fantastico
    buona giornata e grazie!

    RispondiElimina
  12. CHe spettacolo questi quadri, certo che anche i bambini"più piccoli" sanno rappresentare veramente ben atraverso la pittura.Propri bravi!

    RispondiElimina
  13. si, a volte ho trovato scritto "tempere acriliche". alle medie solo tempere, da me, ma mi trovavo male.. gli acrilici mi piacciono: colori pienissimi e .. mi piace l'odore! ;-)

    RispondiElimina
  14. Tatiana ti adoro! Il tuo blog è sempre così accogliente e pieno di vitalità! Grazie per tutti i tuoi preziosi consigli e complimenti agli artisti!
    Monica

    RispondiElimina
  15. Molto interessante, come sempre! E il disegno "sott'acqua" è davvero bello...

    RispondiElimina
  16. grazie mammachegiochi: si, anche i più piccoli

    @vogliounamelablu: tempere acriliche? interessante, provo a informarmi

    @letrecivette: grazie Monica, cercerò di riferire i complimenti agli "artisti" quando vado a trovare i miei

    @Silvia: grazie, in tanti hanno notato quel disegno

    RispondiElimina
  17. Anonimo15.6.13

    Wow, wonderful blog layout! How long have you been blogging for?

    you make blogging look easy. The overall look of your website is great, as well as the content!


    Feel free to surf to my blog post: hello world

    RispondiElimina