06 mar 2011

LA TECNICA DI ACQUERELLO


La rosa, 1904, Mikael Vrubel'
La specificità dell'acquerello è la delicatezza, la brillantezza e la trasparenza dei colori. Gli acquerelli non sono coprenti come per esempio la tempera, cioè attraverso le velature del colore si intravede la carta. Proprio questo effetto permette di usare il candore della carta sottostante e dà luminosità all'immagine. E' una tecnica molto spontanea e immediata. 
Non è una tecnica facile perché gli errori si vedono subito e non è possibile correggerli con facilità, come nel caso dei colori coprenti come tempera.
Al bambino questa tecnica può insegnare quali colori possono essere mischiati e quali no per ottenere il colore più puro e trasparente. 
L'acquerello richiede pazienza e tranquillità: ogni volta che il bambino prende il colore con pennello deve trovare un equilibrio tra il colore e l'acqua.
Anche il disegno preparatorio con la matita è importante nell'acquerello, deve essere molto leggero.

Anche ai bambini piccolissimi gli acquerelli possono regalare tante emozioni. Loro si divertano con la tecnica “sul bagnato”. 


"Fiorellino scarlatto" di Marco, 7anni
Sul foglio bagnato i colori sembrano vivi: corrono sul foglio, si espandono, si mischiano e creano figure diverse… il bambino può  fantasticare.
Che gioco magico dei colori!
Consiglio a tutti i genitori di provare la tecnica dell' acquerello con i loro bambini.



Nessun commento:

Posta un commento